La storia poco ufficiale… Processo col morto °-°

Pubblicato il ott 1, 2017 | 0 commenti

di Alice Colombo

 

Il Sinodo del cadavere, o Concilio cadaverico

Il Sinodo del cadavere, o Concilio cadaverico

 

Si sa che nel Medioevo i papi erano personaggi molto disinvolti e pragmatici. Nell’800 Leone III aveva incoronato a tradimento Carlo Magno per mostrare come l’autorità di imperatore derivasse da Dio, e quindi dal suo rappresentante in terra. Ma le baruffe erano appena iniziate e spesso ad opporsi tra loro erano gli stessi uomini di chiesa, come nel caso seguente.

Papa Formoso aveva attuato una politica che il suo successore Stefano VI non condivideva affatto. Per poter eliminare queste bolle (documenti esecutivi) papali bisognava per forza di cose dichiarare eretico il papa che le aveva emesse. Per far ciò occorreva accusarlo di eresia e scelleratezza, quindi processarlo. ma secondo le leggi del tempo, perché il processo avesse luogo era necessaria la presenza fisica dell’accusato.

Il fatto che Formoso nel frattempo fosse morto non scoraggiò gli accusatori: riesumato il cadavere (fresco di otto mesi), gli uomini del nuovo papa lo condussero in tribunale dove fu sistemato sullo scranno dell’imputato,  interrogato a dovere… e naturalmente condannato.

 

Papa Formoso

Papa Formoso