Leggere leggende: San Nicola nel camino

Pubblicato il dic 6, 2017 | 0 commenti

di Alice Colombo

 

San Nicola

San Nicola

 

L’affascinante figura di San Nicola, vescovo di Myra (nell’attuale Turchia) e patrono di Bari, ha ispirato il personaggio di Babbo Natale, che si introduce nei camini delle case per portare i doni.

La leggenda narra che prima di essere ordinato vescovo, Nicola s’imbatté in una famiglia nobile e ricca caduta in miseria. Il padre, non avendo le risorse necessarie a dare loro una dote, decise di avviare le tre figlie alla prostituzione sacra, pratica già condannata dal cristianesimo ma ancora praticata secondo l’usanza pagana. Nicola, venutolo a sapere, si nascose e lasciò scivolare dai fasciami del tetto dell’abitazione dell’uomo tre sacchetti di monete (o, secondo un’altra versione, tre palle d’oro), grazie al quale l’uomo poté far sposare le figlie e mantenere il loro onore.

 

San Nicola lascia cadere il denaro dal soffitto

San Nicola lascia cadere il denaro dal soffitto

 

« Esso parlava ancor de la larghezza

che fece Niccolò alle pulcelle,

per condurre ad onor lor giovinezza. »

scrive Dante nel Purgatorio (XX, 31-33)

 

San Nicola divenne così il protettore dei poveri e degli oppressi, conquistando molti luoghi con la propria generosità: solo per citare alcuni esempi, è il Santa Claus dei paesi anglosassoni e il Nikolaus tedesco.

Già nel Medioevo Nicola era uno dei santi più popolari del cristianesimo, entrato di diritto nella schiera di quei milites Christi (con tutte le caratteristiche degli ideali cavalieri medievali al servizio della fede e difensori dei deboli) protagonista di molte leggende riguardanti miracoli a favore dei bisognosi.

 

Cartolina tedesca con San Nicola e il Krampus

Cartolina tedesca con San Nicola e il Krampus

Maschera di Krampus

Maschera di Krampus

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Con il tempo, il mondo afferente San Nicola ha assunto dettagli e significati ulteriori. Le sfere d’oro ricorrono nell’iconografia con cui sovente viene rappresentato il Santo e sono poi diventate le palle natalizie. La venuta dell’aiuto insperato dal soffitto ha dato l’idea per l’ingresso dal camino dell’attuale Babbo Natale.

Soprattutto nelle località dell’Arco Alpino (Svizzera, Austria, Alto Adige) San Nicola viene accompagnato da un personaggio chiamato Krampus, un diavolo con le corna caprine e i vestiti laceri che rapisce i bambini cattivi. Secondo il rituale del festeggiamento, la processione in onore di San Nicola avviene la sera del 5 dicembre e prevede una sfilata per le vie cittadine. Il santo distribuisce dolci e caramelle, mentre i Krampus rincorrono la gente che capita loro a tiro e la colpiscono con frustate: sarà compito di San Nicola placare l’ira dei demoni proteggendo, ancora una volta, gli uomini.

 

Buon Natale!

Buon Natale!