Libri per Ragazzi ma non solo: Mio fratello rincorre i dinosauri

Pubblicato il lug 13, 2017 | 0 commenti

di Alice Colombo

Prendetevi un paio di giorni, aprite il diario di vita di Giacomo Mazzariol e leggetelo con un marcato accento veneto. State per entrare in un mondo in cui esiste un dinosauro adatto a ogni situazione e le risate sono all’ordine del giorno: è il mondo di Giacomo e di Giovanni (Jack N Gio per gli amici). Non pensate, però, ad avventure mirabolanti vissute in giro per il globo. La storia che avete in mano si svolge a Castelfranco Veneto e i personaggi che la animano sono persone comuni…ma anche straordinarie.

unnamed-24

Einaudi, 2016

Giacomo Mazzariol (classe 1997 – avete capito bene) racconta in prima persona i dodici anni di vita quotidiana dal momento in cui i suoi genitori, sterzando in un parcheggio deserto a bordo della loro vecchia Passat bordeaux, hanno comunicato a lui e alle sorelle Chiara e Alice che a breve avrebbero avuto un nuovo fratellino, fino alla creazione del video The Simple Interview, che sancisce la definitiva entrata di Giovanni nel colorato mondo di Gio.

Dalle aspettative iniziali di un bambino di cinque anni stregato dalla sconvolgente notizia (“stava per iniziare una nuova era, un nuovo ordine mondiale: io e papà non saremmo più stati in minoranza. Tre maschi contro tre femmine. La giustizia”) si passa, a poco a poco, alla fase conoscitiva del fratellino appena nato, cercando i super poteri che questi doveva certamente possedere, poiché i genitori lo avevano avvisato che Gio sarebbe stato speciale; dallo sconcerto nel notare che, crescendo, Giovanni (a causa di quella parola – Down) non sembra avere i suoi stessi interessi e che impara più lentamente degli altri, alla speranza di poter tenere nascosto ai compagni di classe quel familiare così caotico e imprevedibile, che in pubblico rischia di creare imbarazzo. Infine, alla riscoperta di un preziosissimo fratello che, i super poteri, li possiede davvero.

“Gio, tra i molti problemi, aveva un talento particolare: sapeva creare una storia diversa con ognuno. Si sarebbe potuto scrivere un libro sul rapporto tra Gio e ogni singola persona che gli gravitava attorno, e sarebbe stata una storia più lunga del Signore degli Anelli. Gio creava mondi. Ognuno di noi camminava con lui lungo una strada personale. E la cosa pazzesca era che riusciva a essere diverso con tutti, ma sempre se stesso.”

 1305476497 (1)

Giovanni ha timore delle recite scolastiche e di Babbo Natale, ma non risente delle paure classiche, come quella del buio e degli insetti. È fragile e richiede tante attenzioni, ma è in grado di suscitare forza imprevista in chi gli sta attorno. È molto affettuoso e quando all’improvviso corre ad abbracciare qualcuno stimola gli altri a fare altrettanto. Il suo modo di giocare è una continua esplorazione e si perde ad ammirare le piccole cose. E poi, naturalmente, ci sono i dinosauri come compagni di crescita e di esperienze: peluches, figurine, libri…dinosauri in ogni forma e variante possibile, pronti ad accompagnare Giovanni nel gioco, a scuola, nelle avventure.

Ma anche Giacomo è un ragazzo in crescita e si dibatte tra le reti della famiglia, degli amici e della scuola: deve far fronte agli impegni richiesti da Gio, ai compagni che potrebbero giudicarlo a causa del fratello e alla severa Professoressa che veste grigio antracite e verde palude. I dubbi e i dialoghi si susseguono, in un linguaggio sempre vivace ed espressivo. A colpi di citazioni tratte dai brani dei Red Hot Chili Peppers, Giacomo confessa al lettore le proprie debolezze e il proprio sentirsi inadeguato, fino a quando decide di provarci davvero e riesce a vedere con gli occhi di Gio. Ogni cosa è ora al suo posto.

childrens-drawings-716340_960_720

Potete gustare The Simple Interview  su www.youtube.com/watch?v=0v8twxPsszY

Ps. In un’intervista Giacomo avverte che Gio davanti alla telecamera non recita, è semplicemente se stesso.