“Scettici e Maliarde” animano Palazzo Isimbardi

Pubblicato il apr 15, 2018 | 0 commenti

DSC_1059

di  Alberto Cacciatore

Forse scettico, un po’ prima dell’inizio dello spettacolo, qualcuno lo sarà pure stato non riuscendo  a pensare di quale magia è capace l’unione di un bel pianoforte a coda  suonato  magistralmente da un talentuoso pianista come Davide Cucchetti e il  canto recitato da un altrettanto bravo e noto artista come Nicola Olivieri.

Ma appena dopo la presentazione del duo e il breve discorso al pubblico sull’importanza di stimolare sempre più eventi del  genere da parte del Sindaco Maria Fiorito, si è capito subito fin dalle prime note del pianoforte che, gli scettici, ieri sera, lo sono stati solo coloro che, nonostante l’invito, non sono intervenuti allo spettacolo.

DSC_1052

Per una sera, la bella sala che ha ospitato “Scettici e Maliarde” di Palazzo Isimbardi si è trasformata in un vero e proprio Cafè Chantant  al quale ha assistito anche il noto stilista Lorenzo Riva.

Sviluppatosi nella  Parigi dell’ottocento, in un’epoca in cui la città diviene il centro propulsore della Belle Époque, il Cafè Chantant  ha rappresentato quella rinnovata atmosfera di benessere nel quale molti hanno ricercato svago e bellezza. Così Nicola Olivieri, attraverso la sua arte scenica ha saputo coinvolgere il pubblico in un viaggio  musicale alternando testi famosi di Petrolini, Macario, Martinelli e di tanti altri autori che, tutti insieme, hanno segnato un’epoca.

DSC_1065

Fra  “Ti parlerò d’amore”, “Ma le gambe”, “Bubù Babà Bebè”, e tante altre canzoni ancora del suo lungo repertorio, Olivieri  ha divertito e affascinato, facendo dimenticare lo scorrere del tempo che molti dei presenti in sala avrebbero volentieri fermato pur di allungare ancora per un po’ un serata molto diversa dalle solite.

DSC_1048

Il prossimo appuntamento con “Il Salotto di Palazzo Isimbardi” è fissato per venerdì 20 aprile ma questa volta genere e artista saranno molto diversi dalla serata appena trascorsa. Un giovane pianista mostrerà il suo talento seduto al pianoforte suonando musiche di Mozart, Debussy e Liszt.

Tutti gli “scettici” sono nuovamente invitati!