Viva lo spettacolo: Elio, i cavalieri della tavola rotondissima e il Sacro Graal di piazza San Babila

Pubblicato il nov 29, 2017 | 0 commenti

di Alice Colombo

 

Re Artù e il suo scudiero portabagagli

Re Artù e il suo scudiero portabagagli

 

Avete presente Re Artù e i valorosi cavalieri della tavola rotonda? Il castello di Camelot e la ricerca della mitica coppa di cui Cristo si servì durante l’ultima cena? Le gesta eroiche e l’atmosfera incantata che ammanta uno dei cicli di leggende più famoso al mondo?

Bene, tornate coi piedi per terra e gustatevi la resa tutta terrena della storia presentata da Elio e dai Monty Python nel musical “Spamalot”, al Teatro Nuovo di Milano fino al 6 Gennaio.

Anche in questo caso Re Artù (Elio) ha ricevuto dalla Dama del Lago la famigerata spada Excalibur e si aggira per il regno in compagnia del fido scudiero per reclutare cavalieri degni di seguirlo a Camelot. Non si può dire però che Lancillotto, Galahad e gli altri compagni siano perfetti esempi di virtù cavalleresca: il primo si cimenta nel salvataggio di una pulzella in pericolo ricevendo uno choc tale da cambiare il suo stile di vita, il secondo è inizialmente un contadino sindacalista (con l’accento che ricorda la Brescello del dopoguerra) e viene obbligato dalla Dama a seguire Artù. Il compito di ritrovare il Sacro Graal è loro affidato direttamente da Dio, seccato dall’atteggiamento dei neo cavalieri che se la spassano tra gli ozi di Camelot. Comincia quindi un’avventura farcita di episodi improbabili, gustose performance canore e ironia che non risparmia alcuna categoria.

 

La Dama del Lago

La Dama del Lago

 

Per fortuna c’è la Dama del Lago, l’aiutante magica che conforta Artù nei momenti di disperazione e lo esorta a portare a termine la missione divina; ella stessa è però preda di manie di protagonismo e irrompe in scena quando non viene invocata per troppo tempo: preparatevi quindi alla sua potentissima voce!

L’orchestra dal vivo accompagnerà cavalieri e pubblico fino all’inaspettato ritrovamento del Graal, trait d’union delle singole avventure personali che si susseguono senza esclusione di colpi.

Un aiutino a chi volesse prepararsi allo spettacolo: cominciate a ripetere… “Always Look on the Bright Side of Life”, capirete perché!

 

Per saperne di più su Excalibur recuperate: Spada o martello? I miti di Artù e Thor

 

Re Artù e i cavalieri della tavola rotonda

Re Artù e i cavalieri della tavola rotonda

 

 

….